KIT ENZIMATICI E COLORIMETRICI STEROGLASS


I kit enzimatici e colorimetrici sono ampiamente usati come strumenti analitici nell'analisi enzimatica di prodotti alimentari come succhi di frutta, vino, birra, latticini, uova e carne per la
determinazione degli zuccheri, degli acidi organici e di altri componenti quali solfiti, composti fenoloci, metalli.

Basato su enzimi purificati di alta qualità, l'analisi enzimatica consente misurazioni precise e specifiche e caratterizzazione di composti, anche in matrici complesse in quanto la lettura spettrofotometrica di assorbanza è
correlata alla concentrazione dei vari analiti.
Utilizzati per numerose applicazioni, i principali parametri analizzati rivestono particolare importanza per quanto riguarda:
- Stabilità del prodotto;
- Genuinità del prodotto;
- Trasformazione del prodotto;
- Eventuale tossicità;

Numerosi metodi enzimatici sono stati approvati o convalidati da organizzazioni internazionali come:
ISO (International Standardization Organization)
AOAC (American Association Analytical Chemists)
IFU (Federazione internazionale produttori di succhi di frutta)
OIV (International Wine Office)
IDF (International Dairy Federation)
EBC (European Brewery Convention) e tanti altri ancora

STEROGLASS, azienda di riferimento nel settore, è in grado di proporVi una serie di soluzioni in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi cantina o laboratorio enologico quali:
- Kit enzimatici e colorimetrici universali;
- Analizzatori automatici, semi-automatici e manuali
I vantaggi dell'utilizzo di kit enzimatici e colorimetrici com-prendono aspetti che fanno risparmiare tempo aumentando
l'efficacia dei controlli ed il grado di sicurezza analitica.

Inoltre i kit Steroglass:
- Sono semplici da utilizzare perché liquidi e pronti alluso;
- Forniscono dati accurati e ripetibili;
- Permettono analisi molto veloci, specialmente se utilizzati con strumenti automatici come gli analizzatori della nostra serie HYPERLAB;
- Hanno un elevata specificità nelle determinazione dei vari analiti;
- Hanno bassi costi di analisi;
- Hanno una lunga shelf life (in media24 mesi);
- Utilizzano standard separati e multi-parametrici.

ACIDO ACETICO
E' un prodotto di ossidazione dell'alcol etilico, e rappresenta circa il 95% dell'acidità volatile. L'acidità volatile fornisce ragguagli sullo stato di salute di un vino, eventuale
retaggio di malattia, vinificazione sbagliata o conservazione difettosa.
La concentrazione ottimale varia da 0,2 a 0,7 g/l (limite legale circa1 g/l, dipende dal grado alcolico). Il metodo analitico tradizionale, per distillazione in corrente di vapore, non è automatizzabile e più lungo da eseguire rispetto al metodo enzimatico.
Disponibile in confezioni:
-5x20ml
-125 ml versione automazione

ACIDO ASCORBICO
L'acido L-ascorbico è un composto organico presente in natura con proprietà antiossidanti ampiamente utilizzato dall'industria alimentare per prevenire le ossidazioni delle frazioni aromatiche e coloranti di varie bevande come vini, mosti, succhi, ecc....
In particolare in Enologia il suo utilizzo impedisce la casse ferrica e, specialmente nei vini bianchi, contribuisce in maniera importante al miglioramento organolettico.
Disponibile in confezione da 115ml

ACIDO CITRICO
Acido organico spontaneamente presente nel vino. Contribuisce alla formazione dell'acidità totale, e possiede la proprietà di coinvolgere il ferro ferrico in un anione complesso solubile. L'analisi si effettua per determinarne la concentrazione presente e valutare eventuali aggiunte per raggiungere il livello di acidità totale desiderato. Il test tradizionale è quello enzimatico (molto semplice) o in HPLC (più complesso). Altri metodi sono quasi impraticabili date le difficoltà di preparazione del campione.
Per la semplicità d'esecuzione viene inserito nei laboratori enologici in pacchetti d'analisi.
Disponibile in confezioni:
-5x10ml

ACIDO D-LATTICO
Acido organico che ha origine da rifermentazioni anomale per decomposizione degli zuccheri fermentiscibili in presenza di batteri eterolattici. E' un indice negativo perché dà luogo, a livello sensoriale, al sentore di spunto lattico. L'analisi effettuata durante e dopo la fermentazione alcolica ne indica il corretto evolversi. L'unico metodo analitico praticabile è quello enzimatico in quanto anche l'analisi in HPLC senza colonna chirale non riesce ad evidenziarlo specificatamente.
Disponibile in confezione 5x20ml liquido

ACIDO L-LATTICO
Acido organico che ha origine dalla fermentazione malo-lattica (trasformazione dell'acido L-malico in acido L-lattico). Lo si determina all'inizio della fermentazione malo lattica per
vedere se l'inoculo di ceppi batterici ha portato alla partenza della fermentazione stessa. E' importante anche durante ed al termine della rifermentazione per verificarne il corretto
evolversi (1 grammo di acido L-malico dà origine a 0,6 grammi di acido L-lattico).
Disponibile in confezione 2x50ml liquido
125ml kit automazione

ACIDO GLUCONICO
Acido organico derivato dal glucosio per ossidazione della funzione aldeidica provocata da un enzima molto diffuso tra le muffe. L'analisi effettuata sulla materia prima, sul mosto e sul vino in fase di acquisizione è importantissima per valutarne la corretta provenienza ed il relativo valore. L'acido gluconico caratterizza i vini "muffati". Molto importante per gli
importatori e utilizzatori delle uve di differente provenienza. L'analisi enzimatica è il metodo analitico più veloce e preciso.
Disponibile in confezioni da 50ml


ACIDO L-MALICO
Acido organico spontaneamente presente nel mosto e nel vino (concentrazione iniziale che va da circa 1,5 g/l a 3,5). Il monitoraggio iniziale può determinare la conoscenza del corso di maturazione dell'uva e successivamente, durante e dopo la rifermentazione malolattica, per verificare il termine di tale fermentazione. L'analisi di "elezione" (OIV) è quella enzimatica o per HPLC, in quanto anche le più moderne tecniche (FTIR) non sono in grado di valutare concentrazioni inferiori a 0,5/0,4 g/l.
Disponibile in confezioni:
-5x20ml liquido

ACIDO D-MALICO
La frazione acida del mosto è principalmente costituita da acido tartarico, da acido malico e in misura minore da acido citrico. In caso di basse concentrazioni di tale frazione è possibile procedere all'acidificazione del mosto. Tale operazione prevede l'aggiunta di acido tartarico e dal 2009, in base al regolamento della Comunità Europea (CE) n.606, è possibile impiegare anche altri acidi organici come l'acido L-malico, l'acido D,L-malicoo l'acido lattico. L'utilizzo dell'acido D,L-malico cinsente di mantenere una maggiore acidità dei vini anche dopo la fermentazione malolattica grazie alla permanenza dell'isomero D che risulta essere stabile e non metabolizzabile dai batteri malolattici.
Disponibile in confezione 5x20ml liquido

ACIDO TARTARICO
E' l'acido organico "specifico" dell'uva. E' il più importante degli acidi fissi, il più forte, il più dissociato, oltre che il più resistente all'azione decomponente dei batteri. La sua
concentrazione diminuisce per precipitazione del bitartrato di potassio causata azione del freddo durante il processo di stabilizzazione tartarica. L'acido tartarico si determina sul
mosto, sul vino, dopo la stabilizzazione tartarica prima dell'imbottigliamento. Il metodo colorimetrico è di semplice applicazione.
Disponibile in confezione da 170ml

ALDEIDE ACETICA
E' il prodotto di ossidazione intermedio dell'alcool etilico, prima che questo diventi acido acetico. Essendo indice di iniziale ossidazione del vino, è bene determinare l'aldeide acetica durante tutta la fase di elaborazione del vino ed anche nella fase di affinamento, oltre che prima dello imbottigliamento. La determinazione dell'aldeide acetica è molto importante anche durante la pratica della microossigenazione (la sua concentrazione deve rimanere costante).
Disponibile in confezione 5x20ml liquido

ANTOCIANI
Sono parte dei composti fenolici delle uve e dei vini, e costituiscono i principali coloranti rossi e blu Sono di estrema importanza enologica relativamente alla caratteristiche
organolettiche di un vino. Si determinano durante la macerazione delle uve rosse, durante e dopo la fermentazione. Unitamente al dosaggio dei polifenoli totali aiutano a stabilire se un prodotto merita di essere "affinato". Il metodo più attendibile, anche se di difficile esecuzione, è in HPLC. Il metodo colorimetrico si correla comunque in modo ampiamente soddisfacente.
Disponibile in confezione 4x50ml liquido

AZOTO AMMINICO E AMMONIACALE
Nel vino sono costituite da composti proteici, albuminoidi, amminoacidi, amidi, ammoniaca. Rivestono importanza in relazione alla stabilità proteica e alla valutazione della "genuinità" del vino: azoto ammoniacale potrebbe essere addizionato per mascherare carenza di amminoacidi derivanti dall'uva. L'azoto prontamente assimilabile (APA) è un fattore di notevole importanza per stabilire se nei mosti vi sono nutrienti sufficienti all'accrescimento dei lieviti responsabili della fermentazione alcolica
Nella GU CEE non ci sono riportati metodi di analisi; da ricordare il metodo Kjeldahl e la determinazione del Numero di Formolo. La somma dell'azoto ammoniacale e dell'azoto a amminico corrisponde bene al Numero di Formolo.
Disponibili in confezioni:
-2x60ml azoto a-amminico liquido
-2x50ml azoto ammoniacale liquido

CALCIO
Presente nel mosto, tende a precipitare durante la fermentazione alcolica. E' importante determinarne la concentrazione (che non dovrebbe superare gli 80 mg/l) per evitare precipitazioni di tartrato neutro di calcio. Il metodo colorimetrico Arsenazo III risponde molto bene all'esigenza di questa determinazione.
Disponibile in confezione 2x100ml liquido

COLORE
E' uno dei parametri importanti per qualificare un vino rosso, ed i punti di colore contribuiscono a valutarne il valore commerciale. La lettura dei campioni a 420 e 520 nm determina i punti di colore (intensità) ed il rapporto con la tonalità, valutando quanto pesa il contributo del colore rosso/malva su quello giallo/bruno. Il metodo che prevede inoltre la lettura a 620 nm è invece da preferire nei controlli di affinamento, in quanto i polifenoli "nobili" sono evidenziati appunto dalla lettura a 620 nm.
Disponibile in confezione 4x100ml liquido

CATECHINE
Fanno parte della famiglia dei tannini polimeri condensati presenti nell'uva e nel vino, e sono sostanze dotate di un forte potere antiossidante. L'analisi si effettua durante il periodo di macerazione, sul mosto, prima e dopo fermentazione sul vino finito.
Anche in questo caso l'analisi colorimetrica rappresenta la soluzione più valida e conveniente.
Disponibile in confezione 5x20ml liquido

FERRO
Il vino contiene sempre del ferro: proveniente dall'uva, dal terreno che imbratta l'uva, dalle manipolazioni, dal trasporto etc. La determinazione si esegue sul mosto e dopo la
fermentazione per stabilire se procedere alla fase di "demetalizzazione" del vino.
Il metodo di elezione è l'assorbimento atomico. Il metodo colorimetrico è comunque diventato "routinario" e consente l'esatta determinazione di ferro fino a basse concentrazioni.
Disponibile in confezione 5x20ml liquido

GLICERINA
Prodotta nel corso della fermentazione gliceropiruvica, questo polialcole contribuisce notevolmente alle caratteristiche organolettiche del vino conferendo sensazione gustativa armonica, corpo e rotondità. Si determina a fine fermentazione alcolica e sarebbe opportuno determinarla anche dopo ogni rifermentazione. Il metodo enzimatico "trinder" (fase finale colorimetrica) è di estrema semplicità e precisione.
Disponibili in confezioni:
-2x100ml


GLUCOSIO/FRUTTOSIO
Rappresentano gli zuccheri fermentiscibili presenti nel mosto e nel vino, che danno origine all'alcol etilico. La determinazione di glucosio/fruttosio si effettua principalmente per seguire il processo di fermentazione del vino e per determinarne il residuo a fine fermentazione. E' metodo ufficiale (OIV) e oramai il Fehling che, oltre ad essere poco pratico, determina anche gli zuccheri pentosi non fermentescibili sta diventando sempre meno comune.
Disponibili in confezioni:
-5x20ml glucosio-fruttosio
-5x20ml glucosio+fruttosio (separati) liquido

POLIFENOLI TOTALI
Sono di estrema importanza enologica perché caratterizzano l'aspetto organolettico del vino. Presenti già nel mosto si evolvono continuamente: nel corso del tempo processi di
polimerizzazione tra antociani e tannini danno origine a polifenoli.
E' importante controllare i polifenoli anche nelle uve al fine di determinare la corretta maturazione. Il metodo analitico utilizzato, da noi modificato per renderlo più sensibile e
veloce, prevede la reazione colorimetrica con il reagente Folin-Ciocalteau.
Disponibili in confezioni:
-3x100ml liquido


CLORURI
Sono presenti nei vini in quantità variabili. L'analisi sul prodotto finito si effettua per verificarne il contenuto secondo i limiti di legge. L'analisi è effettuata per titolazione
argentometrica mentre il metodo colorimetrico, anch'esso molto preciso, è ormai in uso routinario presso molti laboratori.
Disponibile in confezione 2x100ml liquido

SO2 LIBERA E TOTALE
E' nota l'azione antiossidante ed antisettica della SO2. La determinazione si effettua durante tutto il processo di elaborazione del prodotto, dal mosto alla bottiglia.
Il metodo ufficiale per distillazione è poco pratico, e perciò poco adatto alla routine. Il metodo usuale, il Ripper, dà buoni risultati sui vini bianchi ma non sui rossi causa
l'interferenza di polifenoli, tannini e del colore. Il metodo colorimetrico si correla bene con il metodo ufficiale.
Disponibili in confezioni:
-5x20ml liquido SO2 totale
-2x100ml liquido SO2 libera

RAME
Il mosto d'uva contiene rame proveniente sia dall'uva (in minima parte) che dai trattamenti cuprici (in parte maggiore). Il rame deve essere determinato dopo la fermentazione per valutare se procedere o meno alla fase di "demetalizzazione", in quanto esiste un limite di legge previsto. Il metodo di elezione è l'assorbimento atomico con fornetto di grafite (molto costoso) o lo stripping (molto più economico), mentre il metodo colorimetrico funziona bene sui vini bianche ma sui rossi ha necessita di una lunga preparazione del campione.
Disponibile in confezione 2x50ml liquido
e da 50ml

POTASSIO
E' l'elemento dominante tra i cationi presenti in un vino. L'eccesso di potassio si elimina attraverso la stabilizzazione tartarica e la determinazione viene effettuata prima e dopo tale processo, per verificarne il buon andamento. Metodo analitico turbidimetrico e semiquantitativo.
Disponibile in confezione 1x100ml liquido

MAGNESIO
E' presente nei vini in maggiore quantità rispetto al calcio. Riveste un ruolo importante nella precipitazione dei colloidi. Tale determinazione non viene quasi mai effettuata nei
laboratori enologici.
Disponibile in confezione 2x100ml liquido

ACIDO PIRUVICO
Acido organico prodotto dalla fermentazione gliceropiruvica. La fermentazione del vino non è una fermentazione alcolica pura, parte delle molecole di zucchero sono infatti degradate per fermentazione gliceropiruvica in glicerina e acido piruvico.
La determinazione dell'acido piruvico và effettuata durante la fermentazione per contenerne la formazione, soprattutto perché combina fortemente la SO2. Il metodo più semplice ed accurato è quello enzimatico, ma può anche essere determinato in HPLC.
Disponibile in confezione 5x20ml liquido

SACCAROSIO
La determinazione del saccarosio è particolarmente indicata nel controllo degli zuccheri totali nei processi di spumantizzazione.
Disponibile in confezione 1x10ml liquido

STABILITA' PROTEICA
Determinazione della stabilità/instabilità proteica del vino. Determinazione dell'efficacia delle bentoniti ed altri agenti precipitanti. Ottimizzazione del dosaggiodegli agenti precipitanti.
Disponibile in confezione da 50ml

ACIDO L-ASCORBICO
L'acido L-ascorbico è un composto organico presente in natura con proprietà antiossidanti ampiamente utilizzato dall'industria alimentare per prevenire le ossidazioni delle frazioni aromatiche e coloranti di varie bevande come vini, mosti, succhi, ecc...
In particolare in Enologia il suo utilizzo impedisce la casse ferrica e, specialmente nei vini bianchi, contribuisce in maniera importante al miglioramento organolettico.
Disponibile in confenzione 115ml:

KIT AUTOMAZIONE
(r. 11/06/20)


  Codice
 
Steroglass
Codice
 
Fornitore
Descrizione                                   
                                              
                                              
Sempre disponibile a magazzino SQPE059575 N.D. KIT ACIDO ACETICO 5x20ml                      
Richiedi un preventivo SQPE068205 N.D. KIT AUTOMAZIONE ACIDO ACETICO 125ml           
Sempre disponibile a magazzino SQPE072166 N.D. KIT ACIDO L-ASCORBICO 115ml                   
Sempre disponibile a magazzino SQPE076313 N.D. KIT ACIDO CITRICO 5x10ml                      
Sempre disponibile a magazzino SQPE076314 N.D. KIT ACIDO D-GLUCONICO 50ml                    
Sempre disponibile a magazzino SQPE059194 N.D. KIT ACIDO D-LATTICO 5x20ml                    
Sempre disponibile a magazzino SQPE059192 N.D. KIT ACIDO L-LATTICO 2x50ml                    
Sempre disponibile a magazzino SQPE074739 SQPE074739 KIT AUTOMAZIONE ACIDO L-LATTICO 125ml         
Sempre disponibile a magazzino SQPE067017 N.D. KIT ACIDO D-MALICO 5x20ml                     
Sempre disponibile a magazzino SQPE053689 N.D. KIT ACIDO L-MALICO 5x20ml                     
Richiedi un preventivo SQPE068206 N.D. KIT AUTOMAZIONE ACIDO L-MALICO 125ml          
Sempre disponibile a magazzino SQPE056391 N.D. KIT ACIDO PIRUVICO 5x20ml                     
Sempre disponibile a magazzino SQPE070208 N.D. KIT ACIDO TARTARICO 170ml                     
Sempre disponibile a magazzino SQPE059576 N.D. KIT ALDEIDE ACETICA 5x20ml                    
Sempre disponibile a magazzino SQPE054971 N.D. KIT ANTOCIANI 4X50ml                          
Sempre disponibile a magazzino SQPE054974 N.D. KIT AZOTO a-AMMINICO 2x60ml                   
Sempre disponibile a magazzino SQPE054975 N.D. KIT AZOTO AMMONIACALE 2x50ml                  
Sempre disponibile a magazzino SQPE059193 N.D. KIT CALCIO 2x100ml                            
Sempre disponibile a magazzino SQPE054972 N.D. KIT CATECHINE 5x20ml                          
Sempre disponibile a magazzino SQPE055024 N.D. KIT CLORURI 2x100ml                           
Sempre disponibile a magazzino SQPE054875 N.D. KIT COLORE 4x100ml                            
Sempre disponibile a magazzino SQPE062468 N.D. KIT FERRO 5x20ml                              
Sempre disponibile a magazzino SQPE060138 N.D. KIT GLICERINA 2x100ml                         
Sempre disponibile a magazzino SQPE053688 N.D. KIT GLUCOSIO-FRUTTOSIO 5x20ml                 
Sempre disponibile a magazzino SQPE063019 N.D. KIT GLUCOSIO + FRUTTOSIO 5x20 ml (SPECIAZIONE)
Sempre disponibile a magazzino SQPE063020 N.D. STARTER SACCAROSIO 1x10 ml                    
Richiedi un preventivo SQPE068207 N.D. KIT AUTOMAZIONE GLUCOSIO-FRUTTOSIO 125ml      
Sempre disponibile a magazzino SQPE056389 N.D. KIT MAGNESIO 2x100ml                          
Sempre disponibile a magazzino SQPE054970 N.D. KIT POLIFENOLI TOTALI 3x100ml                 
Sempre disponibile a magazzino SQPE056387 N.D. KIT POTASSIO 1x100ml                          
Sempre disponibile a magazzino SQPE056385 N.D. KIT RAME 2x50ml                               
Sempre disponibile a magazzino SQPE075544 N.D. KIT RAME 50ml                                 
Richiedi un preventivo SQPE056384 N.D. KIT SO2 LIBERA 2x100ml                        
Richiedi un preventivo SQPE060413 N.D. KIT SO2 TOTALE 5x20ml                         
Sempre disponibile a magazzino SQPE078690 N.D. KIT ETANOLO 50ml                              
Sempre disponibile a magazzino SQPE078691 N.D. KIT GLICEROLO UV 50ml                         
Richiedi un preventivo SQPE076312 N.D. KIT STABILITA' PROTEICA 50ml                  



Marca: STEROGLASS ACCESSORI Della stessa marca :
Articoli collegati:

    Per questo prodotto non sono presenti articoli collegati